Crea sito

Riprendere il controllo

Come possiamo reagire ai cambiamenti?

Si sa, dopo la nascita di un figlio la vita cambia… e anche dopo il secondo e così via. Questo è inevitabile, da quel momento in poi la nostra vita sarà scandita dal pargoletto.

Ciò non vuol dire che non possiamo più mantenerne un controllo, anzi! Subito non me ero resa conto, andavo dietro ai giorni ed ero felice di vedere mio figlio crescere bene e in salute. Durante la seconda gravidanza, ho iniziato a pensare a come avrei gestito la cosa, le giornate, la famiglia.

Mi sono allora resa conto che su alcuni aspetti avevo perso il controllo, o forse era il modo di gestirli che non era corretto; era il momento perfetto per fare qualche cambiamento, qualche aggiustatina.

Visto che siamo ormai dipendenti dal web, mi sono messa a cercare idee e aiuti e ho trovato molti spunti interessanti: ho letto di planning, agende, organizzazione. Bene, sembra un ottimo punto di partenza, mi sono detta e così è stato; ho acquistato una bella agenda colorata e simpatica (ammettiamo che lo shopping ha sempre il potere di rendere felice una donna), penne colorate e un bel calendario grosso su cui scrivere. Mi sembrava di essere tornata sui banchi di scuola!

Ho anche trovato un libro sull’argomento, adatto per chi come me aveva bisogno di motivarsi e non perdersi per strada. Perché iniziare ed “attrezzarsi” è facile, ma attuare e concretizzare le proprie idee non è così scontato.

A questo punto ho capito due cose: la prima è porsi un obbiettivo che siamo in grado di raggiungere e concentrarci su quello, l’altra è non sentire l’obbiettivo come un obbligo, se non lo si raggiunge al primo tentativo ci possiamo riprovare. Nessuno ci rimprovera, nessuno ci da un voto.

Trovo molto divertente organizzare le giornate e la settimana, scrivo e scarabocchio sull’agenda, cambio idea, attacco stickers e la maggior parte delle volte non riesco a seguire i piani come avevo deciso.

Questo perché ogni giorno può succedere di tutto, ma va bene così, le cose funzionano, mi impegno affinché sia così e appena ho qualche minuto per me, mi rilasso e penso a tutto ciò che ho di positivo.

In fondo, oltre ad organizzarsi e districarsi tra le varie faccende e impegni, ciò che è importante è essere sempre positivi, anche se le cose non sono andate come programmato.

Se avete trovato interessante questo post e volete approfondire l’argomento “organizzazione”, fatemelo sapere nei commenti, così preparerò qualche altro articolo a riguardo. Vi aspetto anche nel mio profilo Instagram per chiacchierare con la community!